A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

25 novembre: a Campi Bisenzio letture a Villa Montalvo

novembre 17th, 2015 in Le nostre iniziative by Nicoletta Bardossi

25 novembre

Firenze – Nel 1999 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha scelto il 25 novembre come Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

La data ricorda l’assassinio delle sorelle Mirabat avvenuto nel 1960 nella Repubblica Domenicana.

Per questo 25 novembre lo Spi Cgil, Lega di Campi Bisenzio e Auser di Campi Bisenzio, hanno organizzato una pomeriggio a Villa Montalvo.

L’appuntamento è alle 16.00. Durante il pomeriggio saranno letti brani dai testi di Maria Grazia Forlì, “Meraviglioso Amore” e “Il volto della vita” entrambi in ricordo della figlia Vanessa, ventenne di Gallicano, barbaramente uccisa il 7 dicembre 2009 dal 36enne pisano Simone Baroncini.

Maria Grazia Forli, è nata a Vergemoli ma abita da diversi anni a Gallicano, in provincia di Lucca. È sposata e ha tre figli. Lavora a Castelnuovo di Garfagnana come assistente domiciliare. Nel 1997 è uscito il suo primo libro di narrativa dal titolo “Sbriciole di vita”. Nel maggio del 2011 ha pubblicato una raccolta di poesie, “Il Volto della vita”. Collabora al periodico “la voce di Tutti” dove scrive poesie e testimonianze di vita.

Meraviglioso Amore – Storia di V.

V. è Vanessa Simonini, un nome che può risultare sconosciuto a molti dei lettori. V. è una delle migliaia di vittime di quel femminicidio che offende la dignità di una società che si vuol definire “civile” e che obbliga a interrogarsi su come sia ancora possibile, nel XXI secolo, giungere ad uccidere una donna solo per un rifiuto o per la richiesta di tornare ad essere libera.

V. era una ventenne piena di vita che in una notte di dicembre del 2009 è stata strangolata da un “amico”, che ha poi abbandonato il suo corpo sul greto del fiume Serchio, vicino a Gallicano.

In questo romanzo, la madre ripercorre le tappe più significative dell’esistenza di V.: è l’occasione per raccontare anche di altri tempi, tempi nei quali quei suggestivi luoghi della Lucchesia erano vissuti da altra gente con altre regole e un’altra capacità di coesione, ma è anche, e forse sopratutto, l’occasione per denunciare un rischio costante in questa società: quello di non saper distinguere per tempo questi assassini, spesso celati dietro identità più che normali, finendo per dare i propri figli, o se stessi, in pasto a loro in assoluta buonafede.

 25 novembre

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista multimediale. Co -fondatrice dello Studio Associato ObiettivoTre

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse