A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

70° Liberazione Firenze: “Le donne di Santa Verdiana”

aprile 16th, 2015 in Socialità / Cultura by Nicoletta Bardossi

Santa Verdiana_mostra

Firenze – In occasione del 70° anniversario della Liberazione sabato 18 aprile a Firenze Regione, Istituto storico della Resistenza, Fondazione Michelucci con la collaborazione dell’Università di Firenze organizzano la mostra e il convegno “Le donne di Santa Verdiana “rivoluzionarie, antifasciste, ebree e partigiane nel carcere femminile di Firenze”.

Si tratta di un viaggio attraverso documenti e testimonianze dal carcere sul contributo delle donne alla lotta al nazifascismo.

L’incontro si svolgerà nel Complesso di Santa Verdiana (ingresso da via dell’Agnolo, 14) dalle 9.30. Questo il programma:

Intervengono:

  • Sara Nocentini assessore alla cultura della Regione Toscana
  • Maria Federica Giuliani presidente Commissione Cultura del Comune di Firenze
  • Saverio Mecca direttore Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze
  • Giancarlo Paba presidente Fondazione Michelucci
  • Simone Neri Serneri presidente Istituto Storico della Resistenza in Toscana.
  • Donne in piazza, donne in carcere Adriana Dadà Comitato scientifico Fondazione Michelucci
  • Prima di Auschwitz: donne ebree in carcere a Firenze Marta Baiardi Istituto Storico della Resistenza in Toscana 
  • Donne della Resistenza: antifasciste a Santa Verdiana Anna Scattigno Università degli Studi di Firenze
  • “Libere tutte”, una esperienza di scrittura collettiva nella scuola Paolo Mencarelli Istituto Storico della Resistenza in Toscana
  • Da carcere a facoltà di Architettura Roberto Maestro autore del progetto di riconversione del complesso
  • Lo spazio che racconta Corrado Marcetti, direttore Fondazione Michelucci

A Santa Verdiana è allestita anche la mostra che resterà sarà aperta fino al prossimo Giugno.
La mostra è stata pensata, hanno spiegato gli organizzatori, non solo per onorare la memoria delle donne che vi furono rinchiuse perché antifasciste e resistenti o perché ebree o per entrambi i motivi, ma per ricordare a tutti, in particolari ai giovani che la frequentano che Santa Verdiana, oggi centro di formazione, fu un luogo di detenzione e morte.

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista; videoreporter, contenuti multimediali.

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse