A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

Anziani soli, una ricerca di Spi-Cgil. Mario Batistini: “c’è bisogno di socialità”. VIDEO

settembre 16th, 2020 in in-home by Nicoletta Bardossi

C’è bisogno di socialità e abbiamo bisogno di ripensare ad un modo di stare a casa. Abitare Solidale di Auser è una risposta a chi si trova solo e in difficoltà. Un modo nuovo di riconsiderare la città e il rapporto con le generazioni”. Con queste parole Mario Batistini segretario provinciale Spi-Cgil Firenze ha dato il via al convegno dedicato al rapporto “Una casa e la compagnia. condizioni e bisogni degli anziani soli di Calenzano, Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino” curato da Alberto Tassinari per conto dello Spi e presentata ieri 15 settembre alla Limonaia di Villa Montalvo.

Si è trattato del primo incontro pubblico dello Spi Cgil Firenze, dal dopo il lockdown; un appuntamento organizzato con la Lega di Campi , Sesto e Calenzano.

Erano presenti  il nostro segretario generale Ivan Pedretti il sindaco di Campi Emiliano Fossi, del presidente di Auser Abitare Solidale Renato Campinoti, del curatore del rapporto e degli assessori al sociale di Campi Luigi Ricci, Sesto Fiorentino Camilla Sanquerin e Calenzano Stefano Pelagatti.

Un passaggio dell’intervento del Segretario Pedretti sull’importanza della ricerca perché per investire “su servizi ai cittadini bisogna conoscerne i bisogni”:

Interessanti i dati emersi dallo studio: oltre il 20% della popolazione dei comuni della Piana (Sesto Fiorentino, Calenzano e Campi Bisenzio) è costituito da persone con oltre 65 anni di età (anziani e grandi anziani): il 20% a Campi Bisenzio (9661, il 24% a Calenzano 4.396 e il 26% a Sesto Fiorentino 13.077), poco meno di 7mila sono gli anziani soli.

Tassinari ha spiegato le modalità della ricerca divisa in “interviste di profondità” e “questionario cartaceo” dalla quale è emerso che gli anzini soli soffrono di due condizioni: la mancanza di relazioni e le difficoltà economiche. “Anziani non è un universo indistinto – ha detto Tassinari – le variabili che entrano in gioco sono tante dall’età, alle condizioni economiche, dalla salute, all’istruzione al capitale sociale. I tre punti importanti sono: socialità, situazione economica e abitazione. Il 30% delle persone anziane ha un reddito sotto mille euro e il 10%della popolazione anziana si rende disponibile a vivere in altre forme come la convivenza”.

Un passaggio del suo intervento:

Anche la presidente della Società della salute nord ovest e assessore al sociale di Sesto Camilla Sanquerin ha sottolineato che il “tema dell’abitare è centrale nella nostra vita” e che “bisogna iniziare a creare nuove risposte quando i bisogni non si sono ancora manifestati”.

Innovativa l’esperienza di Auser Abitare Solidale che, grazie anche al rapporto con la Regione, ha ribadito il presidente Renato Campinoti, ha potuto investire e dare il via ad una serie di novità nelle risposte ai bisogni delle fasce più deboli della popolazione:

L’apertura del convegno con l’intervento del nostro segretario Mario Batistini:

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista; videoreporter, contenuti multimediali.

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse