A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

Concorso nazionale poesia Spi Cgil Napoli: 2°posto per Loris Sandrucci di Figline Valdarno

dicembre 3rd, 2012 in Le nostre poesie by Nicoletta Bardossi

Firenze – Loris Sandrucci iscritto allo Spi Cgil di Figline Valdarno, si è aggiudicato il secondo posto al concorso nazionale di poesia indetto dallo SPI CGIL della Provincia di Napoli. Il concorso “Dopolavoro poetico” è stato organizzato dalla Lega SPI CGIL di Sant’Anastasia.

Terzo posto per un’altra toscana, Isa Innocenti.

La Giuria, composta da Annamaria Palmieri, Segretaria dello SPI CGIL Provinciale di Napoli, Antonio Salzano, Segretario dello SPI CGIL Campania, e da Giuseppe Vetromile, responsabile del Circolo Letterario Anastasiano, hanno decretato i tre vincitori, che sono appunto: Armando Giorgi da Genova, 1° premio; Loris Sandrucci da Figline Valdarno (Fi), 2° premio; e Isa Innocenti da Vicchio (Fi), 3° premio.

Loris Sandrucci, di cui in questo sito abbiamo pubblicato le poesie, so è aggiudicato la vittoria con una poesia dal titolo il pensionato con questa motivazione: “un linguaggio singolare sbrigativo, ma di forte icasticità, questa lirica dedicata al pensionato. L’autore ne disegna i tratti partendo dai ricordi di vita “svalutata in fabbrica” per poi diventare sacchetto di cose, figura di ladro che sottrae valore” una sorta di ironia appare nel tratto di penna che usa il poeta, metaforicamente, ad indicare la possibile vergogna nel sentirsi inutile al mondo. E questo “avanzi” ormai di vita sembrano “mance”, elemosine elargite dal sistema. La poesia è interessante e scorrevole, lo stile originale e comunicativo”.

La cerimonia di premiazione si svolgerà il prossimo 8 novembre alle ore 17.30 presso i locali del nuovo Centro Sociale Anziani di Sant’Anastasia, in Piazza IV Novembre.

I nostri complimenti a Loris Sandrucci da tutto lo Spi Cgil Firenze!

Ecco la poesia di Loris Sandrucci ” Il pensionato”

Pensionato
Spiccioli le tue albe
contate nei giorni come tassa pagata.
Anche cent’anni sono pochi
per te operaio, e presenti
il conto, per i succhiati attimi
per le ore scivolate subite
negli squarci di tenebra
dei turni.
   Lavoro!
trascinato vagone
svalutata vita
ammucchiata nella fabbrica
a similtà di trucioli
salivati di ruggine.
La pensione!
sacchetto di cose
sulla spalla piegata
figura di ladro che sottrae valori
a chi ancora fa la fila.
Spazzi dal cammino
briciole serene, cocci d’orizzonte
appena il morir ti meriti
sembra una mancia uffata
questo avanzato vivere!

 

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista multimediale. Co -fondatrice dello Studio Associato ObiettivoTre

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse