A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

I toscani vivono più a lungo

luglio 20th, 2012 in Socialità / Cultura by Nicoletta Bardossi

 

Firenze – I toscani vivono più a lungo: la vita media ha raggiunto i 79,6 anni per i maschi e 84,7 anni per le femmine.

La mortalità per tumori si è ridotta (-1,36%), come quella determinata da malattie cardiocircolatorie (-2,15%). Con questi dati si è concluso il ciclo di programmazione sanitaria 2008-2011 in Toscana.

A rendere noti i dati in un comunicato è la Regione Toscana.

Complessivamente si registra una riduzione dei ricoveri del 3,54% (da 654.098 nel 2010 a 630.955 del 2011), una riduzione delle giornate di degenza nel 2011 del 3% (da 3.860.796 giornale nel 2010 a 3.741.277 giornate nel 2011) con una degenza media di 5,91, così come una riduzione delle giornate di degenza preoperatoria per interventi chirurgici programmati (da 0,77 a 0,74).

Netto il miglioramento dei servizi di ricovero: i re-ricoveri entro trenta giorni per la stessa patologia sono passati da 5,14% a 5,09%, le fratture di femore operate entro due giorni da 55% a 60%. Nei servizi di ricovero ospedaliero grande attenzione hanno avuto le pratiche e gli interventi per garantire la sicurezza del paziente e la gestione del rischio clinico.

Per quanto riguarda i pronto soccorso gli accessi sono stati 1.466.294 nel 2011 contro 1.463.491 nel 2010.

I pronto soccorso della Toscana migliorano mediamente la qualità dei loro servizi, abbattendo la percentuale degli abbandoni, la percentuale dei codici verdi trattati entro le 4 ore e confermando una buona valutazione da parte degli utenti.

Il volume delle prestazioni ambulatoriali nei presidi pubblici e nel privato accreditato si è invece ridotto del 4% (da 67.319.157 nel 2010 a 64.689.519 nel 2011)

Buon notizie  per il progetto della “sanità d’iniziativa”, per prendere in carico i pazienti cronici fin dalle prime fasi. L’ospedalizzazione per diabete si è ridotta del 4,83%, il numero di pazienti diabetici con almeno una misurazione di emoglobina glicata registra un miglioramento rispetto al 2010 di circa il 3%. Arezzo presenta la best practice nazionale per la gestione del “piede diabetico”.

Le note negative, secondo il Report 2011, riguardano  le notizie più difficili riguardano i tempi di attesa delle prestazioni ambulatoriali e della diagnostica.

 

 

 

 

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista multimediale. Co -fondatrice dello Studio Associato ObiettivoTre

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse