A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

Mobilità Quartiere 5 a Firenze: si alla tramvia; autobus scarsi e poco puntuali

dicembre 5th, 2012 in Le nostre iniziative by Nicoletta Bardossi

Firenze – “Le risposte sono state veramente tante! Ben 1585 pensionati hanno compilato il questionario fornendoci una fotografia aggiornata di come gli anziani vivono la mobilità del quartiere ma anche di quali mezzi la popolazione anziana utilizza per raggiungere i servizi: ospedali, poste, Asl, uffici pubblici. E dall’indagine viene fuori in modo netto come alcune aree del quartiere non siano ben coperte dal servizio di trasporto pubblico. Il questionario offre spunti interessanti alle amministrazioni per progettare una mobilità coerente con l’età della popolazione del quartiere che ha oltre il 20% dei cittadini ultra sessantenni”.

Così il segretario generale dello Spi Cgil della Provincia di Firenze, Daniele Stolzi ha commentato a caldo i risultati del questionario inviato agli iscritti della Lega del Quartiere 5 in occasione del tesseramento dedicato quest’anno alla mobilità.

E’ il terzo anno che la Lega del Quartiere 5 ha scelto per coinvolgere gli iscritti la formula del questioanrio: nel 2010 il questionario era stato dedicato ai temi della non autosufficienza e nel 2011 all’informazione e comunicazione.

I risultati sono stati presentati ieri pomeriggio in un’affollatissima sala dell’S.M.S. di Rifredi da Andrea Brunetti segretario della Lega del Quartiere 5 in un dibattito pubblico moderato dal giornalista Raffaele Palumbo al quale hanno partecipato, oltre al segretario Stolzi, il presidente del Quartiere 5, Federico Gianassi, l’assessore alla mobilità del Comune di Firenze, Massimo Mattei e l’assessore al welfare del Comune di Firenze, Stefania Saccardi.

Le risposte al questionario hanno riservato sorprese interessanti a partire dalla tramvia: l’83% degli intervistati vuole la realizzazione della Linea 2 e il 77% della Linea 3; in entrambi i casi, oltre il 70%, del campione, a lavori in corso, vorrebbe essere informato sul loro stato di avanzamento.

I buoni risultati della Linea 1 della tramvia che ha reso molto più facili i collegamenti di Scandicci con il centro ha convinto la quasi totalità dei pensionati sulla bontà della tramvia come miglior mezzo di trasporto cittadini.

Altro elemento importante riguarda gli autobus di cui si lamenta la frequenza limitata e la scarsa puntualità: il 18% vorrebbe l’incremento dei mezzi; il 20% che fossero puntuali.

Due richieste che superano di gran lunga le lamentele sui prezzi del biglietto come ha precisato Federico Gianassi, Presidente del Quartiere 5 :“con oltre 1500 risposte della popolazione del quartiere sul tema della mobilità – ha detto Giannassi – abbiamo dati che ci forniscono statistiche affidabili. Quello che emerge è che c’è una forte attenzione alla mobilità; più che il costo del biglietto problematici per gli anziani sono la frequenza e puntualità delle corse. La tramvia pensavamo che fossero solo i giovani a volerla ma invece apprendiamo dai numeri che anche gli anziani del quartiere la riconoscono come un mezzo efficace per risolvere i problemi della mobilità”.

Altri dati interessanti riguardano i mezzi più utilizzati per raggiungere l’ospedale: il 33% usa l’auto ed a seguire l’autobus con il 30%. Andando nel dettaglio dell’indagine scopriamo che sono le persone che abitano nella parte più a nord del quartiere ad utilizzare di più il mezzo privato e che man mano che ci si allontana dalla zona di Careggi l’autobus diventa meno utilizzato.

La bicicletta viene usata solo per tratti brevi: le piste ciclabili nel quartiere sono considerate pericolose perché si interrompono troppo spesso lasciando il ciclista in balia del traffico.

“La mobilità la stiamo vivendo tutti male in questo momento – ha ricordato l’assessore alla mobilità Massimo Mattei – perché con i tagli al trasporto pubblico locale non potremo più garantire tutti i servizi. Sono tempi difficili, adesso speriamo con la tramvia, i cui lavori partiranno a breve, di riuscire a dare una risposta efficace alla mobilità pubblica cittadina. La mobilità è un diritto sancito dalla Costituzione e negli ultimi tempi, i tagli hanno fatto sì che grandi fasce della popolazione non abbiamo goduto di questo diritto e le prime a soffrire sono state quelle più deboli come pensionati e anziani!”

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista multimediale. Co -fondatrice dello Studio Associato ObiettivoTre

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse