A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

Pensionati pagano all'anno 1500 euro tra tasse e tariffe

settembre 17th, 2012 in Le nostre iniziative by Nicoletta Bardossi

Firenze – Se non si alleggerisce il peso fiscale non ci sarà crescita. A ribadirlo è lo Spi Cgil per voce della segretaria generale Carla Cantone anche alla luce degli ultimi dati sul peso del prelievo fiscale e della tariffe sulle pensioni. 

”Occorre intervenire con urgenza per alleggerire il peso fiscale sui redditi da pensione o la crescita sara’ soltanto una chimera. E’ davvero impensabile infatti far ripartire i consumi e l’economia del paese se le pensioni sono letteralmente mangiate da tasse e da tariffe che non fanno altro che aumentare” ha dichiarato il Segretario generale Carla Cantone.

”Al danno si aggiunge anche la beffa – continua Cantone – perché all’aumento delle tasse non corrisponde un miglioramento dei servizi di welfare locale, che diminuiscono sempre di piu’ e sono sempre meno di qualita’. E’ per questo che occorre rilanciare la lotta all’evasione fiscale, far pagare chi non lo ha mai fatto e investire le risorse che vengono recuperate al finanziamento di interventi destinati alle fasce sociali piu’ deboli”

Secondo lo studio elaborato da Spi Cgil, i pensionati italiani pagano mediamente circa 1.500 euro all’anno tra tasse e tariffe ed è in arrivo una nuova stangata che peserà ulteriormente sui redditi da pensione con l’aumento delle addizionali Irpefn regionali e comunali,  l’introduzione di nuove tasse come l’Imu e la continua crescita dei costi energetici.

L’addizionale regionale Irpef è passata infatti dallo 0,9% al 2,3% nelle regioni con deficit sanitario mentre l’aliquota dell’addizionale comunale Irpef è stata portata nella maggior parte dei Comuni italiani al valore massimo dello 0,8%

Sui redditi da pensione pesa inoltre l’Imu, che interessa circa 9 milioni di pensionati e per la quale si sborsano mediamente 200-300 euro all’anno.

Nel 2013 è prevista, inoltre, la nuova tassa comunale sulla raccolta dei rifiuti (Tares) che sostituirà le due precedenti imposte (Tarsu e Tia) con un conseguente aumento del prelievo che potrebbe arrivare fino a 30 euro a famiglia.

Secondo l’analisi dello Spi-Cgil per i pensionati l’insieme della fiscalità locale avrà complessivamente un peso aggiuntivo di circa 700-800 euro all’anno, ovvero più di una mensilità di pensione media netta.

Un’altra voce di spesa che grava pesantemente sui redditi da pensione è quella relativa ai consumi energetici di luce e gas.

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista multimediale. Co -fondatrice dello Studio Associato ObiettivoTre

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse