A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

Pensionati toscani all’Obihall di Firenze per chiedere modifiche alla legge di stabilità

novembre 20th, 2013 in Le nostre iniziative by Nicoletta Bardossi

Manifestazione Obihall Firenze

Manifestazione Obihall Firenze

Firenze – Mille pensionati  sono arrivati da tutta la Toscana per essere a Firenze all’Obihall alla manifestazione indetta da Spi Cgil Toscana, Fnp Cisl e Uilp Uil. 

Sul palco insieme ai segretari toscani di Spi Cgil, Daniela Cappelli, Mauro Scotti, Fnp Cisl e Alberto Andreazzoli, Uilp Uil, la segretaria nazionale dello Spi Cgil, Carla Cantone cui sono state affidate le riflessioni finali.

La manifestazione si è aperta con un minuto di silenzio per rendere omaggio alle vittime dell’alluvione in Sardegna.

I pensionati toscani tornano a chiedere quello già ribadito nelle recenti manifestazioni: far ripartire il lavoro, redistribuire la ricchezza, tassare i redditi elevati, riformare la spesa pubblica contro sprechi e corruzione, garantire l’indicizzazione delle pensioni per recuperare il potere d’acquisto perso negli ultimi anni dai pensionati.

“La Regione Toscana ha fatto molto ad esempio in termini di risparmio in sanità, l’ultimo esempio è l’accorpamenti degli Estav – Enti per i servizi tecnico amministrativi di area vasta – che passano da tre a uno, ma molto si può ancora fare – ha detto Mauro Scotti, segretario Fnp Cisl – perché la condizione dei pensionati sta precipitando di giorno in giorno anche in Toscana: chi ha pensioni basse sta scivolando verso la povertà quella di chi non ha soldi per curarsi o nutrirsi a dovere, di chi non va più dal dentista, e mangia con un caffelatte”.

“I lavoratori e i pensionati non sono più disponibili a fare da salvadanaio di tutti i disastri che questo Paese continua a produrre – ha aggiunto Alberto Andreazzoli -. Chiediamo a questo Governo più coraggio nel rimuovere privilegi e posizioni parassitarie, senza tentennamenti. Ci aspettiamo provvedimenti finalizzati ad eliminare le condizioni di favore che consentono a molte categorie di cittadini, le cosiddette lobby, di impedire la realizzazione delle riforme e dei provvedimenti necessari alla crescita del Paese”.

Le conclusioni della mattinata sono state affidate alla segretaria nazionale dello Spi Cgil Carla Cantone: “Si continuano a colpire i soliti noti e si taglia sulle politiche sociali. I pensionati, ricordiamo a questo Governo, sono una risorsa del paese, e per tante famiglie italiane, travolte dalla crisi, sono stati il primo e più importante ammortizzatore sociale”.

“Il lavoro è per noi al primo posto: senza lavoro non ci sono diritti né per i giovani né per gli anziani ma il problema del lavoro dei giovani – ha detto Cantone – non si risolve togliendo soldi agli anziani. Le risorse vanno trovate laddove ci sono e facendo pagare a chi ha di più. Occorrono piuttosto vere politiche innovative e di sviluppo industriale che mancano da troppo tempo in questo paese”.

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista multimediale. Co -fondatrice dello Studio Associato ObiettivoTre

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse