A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

Sanità. Leghe SPI CGIL Circondario Empolese Valdelsa: ripristinato il servizio della terapia iniettiva personale

giugno 6th, 2011 in Ultime Notizie by Nicoletta Bardossi

Firenze – Grazie al lavoro congiunto di Sindacato e Istituzioni è stato risolto un problema sanitario che avrebbe avuto gravi ricadute sulle fasce più deboli della popolazione.

Alcune settimane fa le Leghe SPI CGIL del territorio dell’Empolese – Valdelsa (soprattutto a Castelfiorentino e Certaldo) sono state contattate da alcuni iscritti che lamentavano la sospensione della terapia iniettiva personale effettuata presso la sede del Distretto di appartenenza.

Verificata l’informazione, lo SPI ha contattato l’Azienda sanitaria evidenziando le difficoltà che la decisione presa avrebbe comportato per i cittadini soprattutto sulle fasce più deboli: anziani ammalati e invalidi.

Dopo aver insistito per alcuni giorni nel richiedere una soluzione, in data 24 maggio i rappresentanti dell’Azienda Sanitaria e della Società della Salute hanno individuato una procedura per ripristinare il servizio nelle indispensabili condizioni di sicurezza richieste.

TUTTI GLI INTERESSATI POTRANNO INFORMARSI SULLE PROCEDURE DA OSSERVARE PER USUFRUIRE DEL SERVIZIO PRESSO LE LEGHE SPI OLTRE CHE PRESSO I PROPRI MEDICI DI FAMIGLIA.

“Come si può notare, spiegano dalle Leghe Spi Cgil Circondario Empolese Valdelsa, “a conclusione della vicenda, quando le istituzioni si confrontano con le organizzazioni di rappresentanza i cittadini possono sperare di vedere i loro problemi risolti. Purtroppo questo metodo non piace e non viene praticato dal governo centrale con i risultati che ognuno può verificare sulla propria pelle”.

Qui la procedura per accedere al servizio:

Procedura per l’effettuazione della terapia iniettiva presso l’ambulatorio infermieristico del distretto.

  • l’assistito riceverà dal proprio medico di medicina generale, che è stato informato della nuova procedura, la prescrizione del farmaco idoneo e presente nel prontuario terapeutico ospedaliero.
  • Con la richiesta contatterà il servizio infermieristico ambulatoriale per programmare l’effettuazione delle prestazioni.
  • In alcuni casi potrà essere necessario un contatto telefonico fra medico di medicina generale e infermiere ( FARMACO NON PRESENTE NEL PRONTUARIO OSPEDALIERO – possibili sostituzioni ecc. )
  • La procedura dovrà essere collaudata e in corso d’opera si potranno inserire modifiche e/ semplificazioni.
  • Quanto concordato permetterà di mantenere il servizio in totale sicurezza DELL’ASSISTITO E DEL PERSONALE INFERMIERISTICO.

Naturalmente la procedura prevede la fluidità della comunicazione fra i soggetti interessati.Tale impegno è stato accolto dalla società della salute, nel corso dei contatti avuti.

Le Leghe dello SPI CGIL danno la propria disponibilità a fare opera di informazione, orientamento e monitorare dell’andamento del servizio.


Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista multimediale. Co -fondatrice dello Studio Associato ObiettivoTre

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse