A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

Spi Cgil Firenze: pressione fiscale insostenibile

luglio 18th, 2012 in Le nostre iniziative by Nicoletta Bardossi

Firenze – “I tagli dei trasferimenti statali ai Comuni ha determinato un aumento della pressione fiscale dei Comuni per far quadrare i bilanci. In questa situazione, difficile per tutti, non si è avuto un occhio di riguardo per le fasce più deboli della popolazione come i pensionati. Basta pensare all’Imu: calcolato non in base al reddito, l’addizionale Irpef che non è stata scaglionata in modo equo. I pensionati negli ultimi dieci anni hanno perso circa il 30% del potere d’acquisto. Se ci mettiamo insieme la pressione fiscale; la mancanza di tutele, e i problemi legati alla salute e alla sanità si capisce bene come i pensionati siano in prima fila tra coloro che soffrano di più (insieme a disoccupati, lavoratori in mobilità, le famiglie in generale) l’attuale situazione economica e fiscale”.

A denunciare la situazione il segretario provinciale dello Spi Cgil Firenze, Daniele Stolzi durante un incontro che si è svolto stamani nella sede della Cisl a Firenze.

All’incontro erano presenti Mario Batistini della segreteria provinciale Cgil, Giovanni Ronchi segretario generale aggiunto della Cisl di Firenze e Arturo Papini, della segreteria provinciale Uil, i segretari provinciali delle Federazioni Pensionati di Cgil, Cisl e Uil, Daniele Stolzi, Giovanni Cortese e Giancarlo Dallai.

I Sindacati si sono trovati concordi nel denunciare i livelli di pressione fiscale arrivati a livelli ormai insopportabili.

La spending review, che taglia 2 milioni nel 2012 e 8 nel 2013 al comune di Firenze, quando riguarda la finanza locale non è niente di diverso dai tagli lineari di Tremontihanno dichiarato Cgil, Cisl e Uil perché colpisce tutti alla stessa maniera e quindi penalizza di più i comuni virtuosi, che hanno già tagliato sprechi e inefficienze. Il Governo deve capire che non può trattare allo stesso modo virtuosi e spreconi.”

Nonostante i tagli molti Comuni hanno cercato di tamponare i tagli cercando di mantenere inalterati i servizi, ha riconosciuto Daniele Stolzi, con “uno sforzo che apprezziamo” ma il prossimo anno cosa succederà?

Un altro aspetto che preoccupa i Sindacati riguarda la tassa sui rifiuti.

Nel bilancio del comune di Firenze i trasferimenti dallo Stato sono passati dal 21,17% del totale nel 2010 al 1,45% nel 2011, a fronte di un incremento delle entrate tributarie proprie del +109,72% di tasse. E nel 2013 le cose potrebbero andare anche peggio: la riorganizzazione della tassa sui rifiuti, la RES, denunciano Cgil, Cisl e Uil  sarà un altro strumento messo a disposizione dal governo ai comuni per aumentare gli introiti.

Cgil, Cisl e Uil hanno poi rilanciato l’esigenza che il confronto continui anche nei prossimi mesi, alla luce di un quadro economico in movimento e di bilanci preventivi, molto più di altre volte, incerti.


 

 

 

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista multimediale. Co -fondatrice dello Studio Associato ObiettivoTre

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse