A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

Visite guidate Lega Q.3: Cenacolo San Salvi e Sant’Apollonia

novembre 16th, 2015 in Ultime Notizie by Nicoletta Bardossi

cenacolo san salvi

Firenze – Cenacolo San Salvi

Firenze – Vanno avanti le visite guidate organizzate dalla Commissione cultura e tempo libero della Lega Q.3.

Martedì 17 novembre ore 10 visita guidata al museo e al Cenacolo di San Salvi capolavori di Andrea del Sarto.

Giovedì 26 novembre visita, invece, al Cenacolo di Sant’Apollonia di Andrea del Castagno in via XXVII Aprile. La visita terminerà con la visita al Chiostro dello Scalzo. Ingresso gratuito.

Cenacolo San Salvi – Il Cenacolo è un grande affresco di Andrea del Sarto, databile al 1511-1527 circa e conservato nel Museo del Cenacolo di Andrea del Sarto, vicino la chiesa di San Salvi, a Firenze.

Nella tradizione dei cenacoli dipinti nei monasteri fiorentini, quello di Andrea del Sarto è considerato solitamente il punto di arrivo più alto di un percorso avviato a metà del Trecento.

Si trova sulla parete di fondo del refettorio opposta all’entrata, e occupa tutti il registro superiore della parete, al di sotto dell’arco della volta.

Nel sottarco, tra grottesche e riquadrature, si trovano cinque medaglioni San Giovanni Gualberto, San Salvi, laTrinità (al centro, al posto della più tradizionale Crocifissione), San Bernardino degli Uberti e San Benedetto.

Cenacolo di Sant’Apollonia – Il cenacolo di Sant’Apollonia a Firenze è solo una piccola parte di quello che un tempo era il grande convento di Sant’Apollonia, di regola benedettina, fra i più grandi conventi femminili della città, posto fra le odierne via San Gallo, via XXVII aprile e via Santa Reparata.

L’Ultima Cena è dipinta come se si stesse svolgendo in un piccolo edificio, nello stile rievocato negli scritti di Leon Battista Alberti, con la parete anteriore assente, in modo da permettere allo spettatore la visione dell’interno. L’ambientazione è curata nei minimi dettaglio: dai tegoli del tetto, al soffitto a quadrati bianchi e neri, dal pavimento alle pareti laterali, fino ai due muri in laterizio che chiudono la scena a destra e a sinistra.

Tutto è inquadrato in una prospettiva rigorosa, con un forte scorcio laterale, dove tutti gli elementi hanno una precisa collocazione geometrica.

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista multimediale. Co -fondatrice dello Studio Associato ObiettivoTre

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse