A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

Welfare italiano a rischio. A dirlo la segretaria generale Spi Cgil Carla Cantone

novembre 7th, 2011 in Socialità / Cultura by Nicoletta Bardossi

Firenze –   “Il Libro nero sul welfare italiano – dossier presentato dalle campagne “I diritti alzano la voce” e da “Sbilanciamoci” a cui aderiscono molteplici realtà del terzo settore – disegna uno scenario drammatico ed inquietante sull’impatto delle recenti manovre economiche del governo sullo stato sociale di questo paese.

E’ uno scenario che lo Spi-Cgil conosce molto bene. Lo conoscono, in particolare, milioni di pensionate e di pensionati che si sono ritrovati con un sistema di servizi sempre più inefficiente e sempre più oneroso. Lo conoscono le famiglie italiane, quelle più fragili ovvero quelle con figli, anziani o portatori di handicap a carico che sono state private di qualsiasi tipo di assistenza e di supporto.

Con queste parole la segretaria generale Spi Cgil Carla Cantone ha commentato i dati emersi dal “Libro nero sul welfare italiano” .

“Il 28 ottobre – ha scritto Carla Cantone –  eravamo a Roma per manifestare anche contro tutto questo. Abbiamo riempito piazza del Popolo di uomini e di donne che chiedono un welfare accessibile e vicino alle esigenze delle persone. Siamo stanchi di essere governati da chi continua a fare cassa con i poveri e i bisognosi, a spremere fino all’esaurimento le vite di chi, suo malgrado, si trova in difficoltà, di chi avrebbe necessità di avere lo Stato dalla sua parte.

E siamo stufi di vedere inalterati i privilegi e le caste, di toccare ogni giorno con mano l’azzeramento di ogni tipo di politica sociale mentre gli evasori continuano imperterriti a defraudare il paese senza che gli accada mai niente.

La segretaria ribadisce la necessità di un cambio di rotta: “Il governo è evidentemente in crisi. Come ci insegna la storia, gli ultimi colpi di coda dei potenti caduti in disgrazia sono sempre i più pericolosi. Dobbiamo, pertanto, vigilare perché non facciano altri gravi danni ma anche e soprattutto per sostenere un’idea diversa di paese che parta dalla cura e dall’attenzione nei confronti di chi vive nel bisogno.

E’ proprio il caso di dirlo: ciascuno faccia il suo – ha concluso –  per non aggiungere al danno anche la beffa.

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista; videoreporter, contenuti multimediali.

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse