A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

A Campi Bisenzio, torna “Inverno al Cinema”

Gennaio 29th, 2015 in Ultime Notizie by Nicoletta Bardossi

appuntamento al cinema

Firenze – Nelle fredde sere invernali cosa c’è di meglio di un buon cinema in compagnia?

Visto il successo della scorsa edizione, lo Spi di Campi Bisenzio in collaborazione con il Circolo Culturale La Rocca e il Circolo Rinascita propone “Inverno al cinema”.

L’appuntamento è per tutti i martedì. Le proiezioni avranno luogo presso il Circolo Rinascita – P.za Matteucci – Campi Bisenzio. L’ingresso è gratuito

Si comincia martedì 3 febbraio con “MONSIEUR IBRAHIM E I FIORI DEL CORANO”.(di Francois Dupeyron, 2003).

A seguire questi i film in rassegna:

  • Martedì 10 febbraio ore 21,00 “Il pranzo Di ferragosto” (di Gianni Di Gregorio, 2008)
  • Martedì 17 febbraio ore 21,00 “LA SPOSA TURCA” (di Fatih Akin, 2004)
  • Martedì 24 febbraio ore 21,00 “LA RAGAZZA DEL LAGO” (di Andrea Molaioli, 2007)
  • Martedì 3 marzo ore 21,00 “IL GIARDINO DI LIMONI” (di Eran Rikli, 2008)

La trama del primo film della rassegna MONSIEUR IBRAHIM E I FIORI DEL CORANO”:

Parigi, anni sessanta. Moїse Schmidt è un sedicenne di origine ebraica, che abita nella rue Bleue, in un quartiere della classe operaia della capitale, insieme ad un padre assente e scostante, perso nel mito del figlio maggiore, Popol, andato via insieme alla madre. Moїse spende tutti i suoi risparmi per andare con una delle giovani prostitute che lavorano in pieno giorno nella via.

Il ragazzino fa la spesa nel negozio di alimentari dell’arabo, Monsieur Ibrahim, dove ogni tanto ruba cibo in scatola per riuscire a arrivare a fine giornata con i pochi soldi che gli passa il padre.

Un giorno nella rue Bleue arriva una troupe per girare un film con una bellissima attrice bionda che sembraBrigitte Bardot; tutti sono affascinati, durante una pausa lei entra nel negozio di M. Ibrahim per una bottiglia d’acqua che lui le fa pagare caro. “Per ripagarmi di quello che mi rubi tu”, confida poi a Moїse, che lui chiama Momo. Tuttavia non gli serba rancore, anzi gli regala bottiglie e scatolette, gli dispensa preziosi consigli su come amministrare il denaro e su come ricercare la felicità. La loro amicizia si sviluppa e presto Moїse si sente più vicino a Ibrahim che al padre.

Le esperienze di Momo con le prostitute continuano, le ragazze l’hanno preso a benvolere, ma gli piace anche la coetanea Myriam. Lei si lascia baciare, però qualche giorno dopo lo lascia per un altro ragazzino.

Mentre Momo prende sempre più confidenza con M. Ibrahim, che rivela di non essere un arabo bensì un sufi originario della Mezzaluna d’oro, in Mesopotamia, il padre perde il lavoro. Qualche giorno dopo se ne va di casa lasciandogli tutti i soldi e un biglietto d’addio in cui confessa la propria inadeguatezza. Si suiciderà gettandosi sotto un treno. L’amicizia con Ibrahim si consolida, Momo gli chiede di adottarlo, l’uomo ci riesce con qualche difficoltà.

Ibrahim ha deciso di tornare in visita al suo lontano Paese, da dove manca da molti anni. Acquista un’automobile nuova e prende lezioni di guida, poi parte con Momo per un viaggio via terra attraverso l’Europa. A Istanbul cominciano a entrare in contatto con l’Oriente. Ibrahim porta il ragazzo a una cerimonia di danza dei dervisci, poi attraversano l’Anatolia. Purtroppo, quando è già in vista del villaggio, Ibrahim rimane vittima di un incidente automobilistico.

Tornato a Parigi, Momo scoprirà che il padre adottivo gli ha lasciato tutto. Sarà lui a gestire adesso il negozio di alimentari, e malgrado sia ebreo diventerà l’arabo della rue Bleue. (fonte, Wikipedia)

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista; videoreporter, contenuti multimediali.

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse