A Clear-Cut Premium Community Wordpress Theme

Spi Toscana, Cappelli: perché domenica saremo a Suvignano

Settembre 5th, 2013 in Le nostre iniziative by Nicoletta Bardossi

suvignano

Lo Spi della Toscana parteciperà domenica 8 settembre a Monteroni d’Arbia (Si) alla manifestazione contro la vendita all’asta dell’azienda confiscata “Suvignano srl”.

In una nota la segretaria generale dello Spi Toscana, Daniela Cappelli ha spiegato i motivi dell’adesioni all’iniziativa.

L’azienda di Suvignano è una ricchezza del territorio toscano, un complesso agricolo e immobiliare di pregio e un simbolo. Un bene che testimonia come la criminalità da tempo “investa” in strutture importanti fuori dalla Sicilia, anche nella nostra bella Toscana, ”investimenti” che possono diventare un comodo strumento di riciclaggio . La decisione di mettere in vendita questo bene è per noi e per i promotori della manifestazione, un errore politico e culturale. Il riutilizzo dei beni è infatti il più importante strumento per riaffermare la legalità. Per questo domenica lo Spi della Toscana parteciperà alla manifestazione a Suvignano per dire no alla vendita”.

La manifestazione è stata promossa dalla Regione Toscana, dalla Provincia di Siena, dal Comune di Monteroni d’Arbia, da Libera, Arci e CGIL contro la decisione dell’Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati di vendere l’azienda confiscata alla mafia 19 anni fa.

“Da anni tanti lo SPI lavora con l’ARCI nei campi siciliani sottratti alla mafia. Tanti volontari dello SPI hanno lavorato l’estate, accanto ai giovani, cementando un confronto tra generazioni in un’esperienza di vita che è anche educazione concreta alla legalità. Un’attività importante per lo SPI che considera l’uso dei beni sottratti alla criminalità – aggiunge la segretaria Daniela Cappelli – il più importante strumento per sottrarre consenso alle organizzazioni mafiose e creare opportunità di lavoro e sviluppo sociale”.

“Oltretutto la vendita potrebbe portare il bene di nuovo nelle mani dei mafiosi: con la crisi del sistema bancario le organizzazioni criminali sono le uniche ad avere enormi quantità di denaro contante da investire (e riciclare)!

Per questi motivi lo Spi della Toscana, ha spiegato Cappelli, si unisce ai promotori della manifestazione per chiedere a Governo e al Parlamento di intervenire sulla vicenda per fermare la procedura di vendita e aprire un tavolo istituzionale per attuare il progetto di riutilizzo sociale e di rilancio dell’azienda presentato da Regione, Provincia e Comune. 

 

 

 

Author: Nicoletta Bardossi

Giornalista; videoreporter, contenuti multimediali.

Enjoy this Post? Share it on your favorite social bookmarking site...

Submit to Mixx Submit to StumbleUpon Submit to Delicious Submit to Digg

Leave a Reply

Related Posts

Check out some more great tutorials and articles that you might like.

  • borse prada
  • borse burberry
  • borse chanel
  • borse louis vuitton
  • borse gucci
  • borse dior
  • borse hermes
  • ugg roma
  • woolrich zalando
  • cuffie beats
  • fendi borse